PERCORSO n. 4 - Castel Thun

PERCORSO n. 4 - Castel Thun

ITINERARIO: VIGO D’ANAUNIA – CASTEL THUN - TOSS

PARTENZA:
- da Vigo d’Anaunia  (lungo la strada che conduce al campo sportivo, ca. 600 m a monte di Vigo), a quota 510 m s.l.m.
- da Toss, seguendo le indicazioni della struttura zootecnica Alpenseme, possibilità di parcheggio in corrispondenza dell’area pic-nic in località Pian della Sega (ca. 1 km a nord-est dell’abitato di Toss), a quota 536 m slm.

ARRIVO: Castel Thun – quota 600 m s.l.m.

LUNGHEZZA:
- da Vigo (ponte torrente Rinascico): 1,5 km .
- da Toss (loc. Pian della Sega): 1,3 km

DISLIVELLO:
- da Vigo (ponte torrente Rinascico): 86 m
- da Toss (loc. Pian della Sega): 64m

DIFFICOLTA’: escursionistico da Vigo di Ton, comoda passeggiata dal Pian della Sega.

TEMPO DI PERCORRENZA:

- da Vigo (loc. ponte torrente Rinascico):  h 0,50.
- da Toss (loc. Pian della Sega):  h 0,30.

Prima di raggiungere il campo sportivo, ad est dell’abitato di Vigo d’Anaunia, in corrispondenza del ponte sul Rio Rinascico, si imbocca, nella pineta a sinistra, una mulattiera con tratti abbastanza ripidi (percorso segnalato anche come sentiero CAI 510); dopo circa 30 minuti, in corrispondenza di un fresco pianoro con notevole bosco ad altofusto di faggio (raro in Val di Non, per sviluppo e portamento), si abbandona il percorso CAI 510 svoltando a sinistra e scendendo per la strada sterrata. Al termine della discesa fra i frutteti si giunge alla Cappella dei Conti Thun ai piedi del Dosso di Belvesino  ove sorge Castel Thun.
Da Toss, in direzione Nord-Est, lungo strada agricola asfaltata, fino alla località Pian della Sega (possibilità di parcheggio e pic-nic), girando a destra per strada sterrata pianeggiante che costeggia un bosco ad altofusto di rovere (molto raro in Val di Non) si arriva in breve tempo (ca. 15-20  min.) al piccolo borgo di Nosino ai piedi del castello, raggiungibile in pochi minuti risalendo il comodo sentiero lungo i bei prati del fianco nord del promontorio, passando accanto all’antica chiesetta di S.Martino.

 

CASTEL THUN

Notevole esempio di architettura civile–militare cinquecentesca per imponenza e posizione, fra i meglio conservati del Trentino. Sorge spazioso e dominante sul Dosso di Belvesino dal nome della persona che lo possedeva e che lo fece costruire in epoca antecedente al 1267, anno in cui Varimberto di Tono ne venne in possesso.
Nel XIII secolo i conti di Tono ricostruirono a più riprese l’antico “Castrum Belvesini”; nel 1528 il castello venne nuovamente riedificato da Sigismondo di Tono a seguito di un incendio che lo distrusse quasi completamente. Pochi decenni dopo (1569) divampò un secondo incendio in cui perì Sigismondo, costretto a letto; i danni furono riparati dal figlio Cipriano. Il castello subì altri rimaneggiamenti in epoca barocca, soprattutto ad opera dei vescovi Thun.
Di grande interesse, oltre al “formidabile complesso sistema di difesa con torri, bastioni lunati, ponte levatoio, fossato, cammini di ronda e caditoie” (Gorfer A. , Le Valli del Trentino, II, Trentino occidentale), la porta spagnola, datata 1541, che dà accesso al levatoio ed il colonnato delle carrozze; all’interno le sale e le stanze signorili fra cui la stanza del vescovo con eleganti rivestimenti in cirmolo, splendido soffitto a cassettoni, stufa in maiolica e grande letto a baldacchino.

 

INFORMAZIONI E VISITE

Acquistato dalla Provincia Autonoma di Trento nel 1992, il castello è attualmente (2005) in corso di restauro ed aperto al pubblico esclusivamente nei mesi di luglio e agosto, limitatamente ai cortili ed al loggiato dei cannoni.
Orario 9.00-12.00 /14.00-17.30 dal 01-07-2005 al 31-08-2005 (chiuso il lunedì).
Nel periodo di apertura si organizzano spesso concerti e manifestazioni culturali nei giardini del castello; a tale scopo si organizzano trasporti con Bus navetta con partenza ed arrivo nella piazza di Vigo di Ton.
Piccolo parcheggio adiacente al castello.

Lunedì, 25 Luglio 2016

© 2019 Comune di Ton powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl